E-mail  
       
Password  
     
   
 


  Non hai ancora un account? Iscriviti subito


Inserisci l'indirizzo e-mail utilizzato per la login

E-mail  
       
 
Scrivi la tua recensione
L'invio delle recensioni è libero, ma gli utenti si impegnano a non inviare commenti illeciti, diffamatori, calunniosi, volgari, blasfemi, lesivi della privacy altrui. Non verranno pubblicati commenti che contengono promozioni relativi a partiti o movimenti inneggianti al fanatismo, al razzismo, all’odio di classe; non verranno altresì pubblicati commenti che forniscano informazioni riservate apprese in forza di un rapporto di lavoro, quelli che contengono dati personali o numeri telefonici, quelli lesivi di brevetti, marchi, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale ed intellettuale di terzi soggetti, quelli a contenuto pubblicitario e commerciale, ed infine quelli che utilizzano messaggi in codice.
I contenuti dei singoli commenti rappresentano il punto di vista dell’autore. Iafstore si riserva di rimuovere, senza preavviso ed a suo insindacabile giudizio, commenti che non rispettino le suddette regole. Iafstore si riserva altresì di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l'ora del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
 
Il tuo carrello è vuoto

YAMAMOTO RESEARCH
Macuril® 30 compresse

Valutazione 4,81/5 (Numero voti: 31) vota
Recensioni clienti: 1

Prezzo:

€ 22,99

 


Disponibilità immediata

 


 


Yamamoto® Research Macuril® 30 compresse. Sempre più diffuso protagonista delle terapie a base di integratori alimentari delle cistiti è il d-mannosio, e la sinergia d'azione con il mirtillo rosso, come lo si trova in Macuril®, ne fa uno dei rimedi naturali di scelta come attività preventiva, coadiuvante alle fasi acute e di mantenimento.

Vedi descrizione


 
Yamamoto Research - Macuril - IAFSTORE.COM

YAMAMOTO® RESEARCH
Yamamoto® Research Macuril®
Funzionalità delle vie urinarie*

Secondo le statistiche, circa una donna su due ha avuto l’esperienza di almeno un fastidiosissimo episodio di cistite durante il corso della vita. Le infezioni delle vie urinarie non riguardano però solo le donne, ma anche gli uomini, sebbene in misura significativamente minore, possono soffrire di quei sintomi che possono arrivare ad essere particolarmente debilitanti.
In particolare, i sintomi tipici dell’infiammazione alle vie urinarie sono:
  • Aumento della frequenza della necessità di dover urinare nel corso della giornata, con una riduzione però del volume di urina espulso;
  • Bisogno di uno sforzo eccessivo per urinare che può arrestarsi improvvisamente;
  • Forte bruciore durante la minzione;
  • Dolorosi e debilitanti spasmi seguiti dal bisogno urgente di urinare durante il corso della giornata;
  • Urine torbide e talvolta anche maleodoranti;
  • In casi molto gravi presenza di pus e sangue nelle urine.

Diverse sono le cause o i fattori che possono favorire l'insorgere di infezioni alle vie urinarie, come: fattori di stress, terapia antibiotica, o un’alimentazione irregolare, stati di severo affaticamento sia fisico sia mentale, un’igiene intima scarsa o eccessiva, o comunque che non rispetti il pH fisiologico della parte interessata, alterazioni della flora batterica intestinale. Le donne poi devono tener conto dell'utilizzo degli assorbenti interni, che favoriscono le infezioni e che l’utilizzo di alcuni contraccettivi che alterano il pH dell’apparato genitale, come ad esempio creme spermicide o il diaframma, l'utilizzo di indumenti intimi molto aderenti, ed il diabete, in quanto il glucosio all’interno delle urine può infatti favorire la crescita batterica.


La cistite è un’infiammazione della vescica, dovuta a infezione batterica ed è la più frequente tra le infezioni delle vie urinarie basse (UTI), seguita dall’uretrite, l’urosepsi e altre forme particolari come la prostatite.


Il batterio incriminato è nella maggior parte dei casi é l’Escherichia coli, presente nell’intestino per la produzione di feci, che puo’ risalire attraverso l’uretra fin nella vescica, o proliferare internamente da intestino a vescica, specie in caso di stipsi.


A differenza della prostatite, per ovvie ragioni infezione urinaria maschile, sia la cistite che l’uretrite possono colpire entrambi i sessi, anche se la cistite è più diffusa tra le donne e l’uretrite tra gli uomini. Le uretriti possono essere anche conseguenza di traumi dovuti a cateteri o calcoli renali.


La cistite infatti colpisce maggiormente le donne per le peculiarità anatomiche dell’apparato genitale femminile, più vicino alla regione anale e con uretra più corta, nonché a causa dell’uso di anticoncezionali meccanici (diaframma, spirale) e creme spermicide che indeboliscono le difese naturali contro i germi. Al contrario degli uomini, le donne così sono più soggette ad infezioni dell’apparato genitale-urinario in giovane età, durante il periodo fertile.


In alcuni soggetti predisposti, le infiammazioni delle vie urinarie possono diventare ricorrenti e recidivare addirittura anche più volte nell’arco di un anno, diventando per molte donne un vero incubo, visto che i sintomi delle infezioni vie urinarie sono particolarmente invalidanti e nella loro fase acuta rendono molto difficile svolgere una normale vita sociale e lavorativa, talvolta arrivando a causare persino la febbre. Molto spesso nei casi più severi si chiede un consulto medico. È quindi molto importante, sin dai primi accenni, curarsi con grande attenzione e seguire con scrupolo alcuni atteggiamenti. Sempre più conferme sono arrivate dal mondo dei nutraceutici, infatti è pratica ben consolidata da parte della classe medica, consigliare integratori nutraceutici a base di cranberry e D-mannosio per la prevenzione o come coadiuvanti alla terapia, che impediscono ai batteri di attecchire alle pareti della vescica. Il più efficace si è rivelato essere il cranberry, o mirtillo rosso, la cui azione si concentra in modo specifico sui batteri intestinali come il più "incriminato" Escherichia Coli. L’assunzione di questa efficace accoppiata, si prolunga poi per alcuni giorni in seguito alla terapia antibiotica, per una "ripulitura" più efficace e per la prevenzione delle recidive.


L’azione combinata del mirtillo rosso (cranberry) e del D-mannosio è volta a neutralizzare le “fimbrie” del batterio Escherichia Coli: le fimbrie sono come degli "arpioni" che il batterio utilizza per aderire alle cellule dell’organo umano, (in questo caso la vescica) ed infettarlo. Alle estremità delle fimbrie batteriche c’è una proteina chiamata adesina, che funge da elemento di aggancio tra il batterio e le cellule ospiti.


Il mirtillo rosso o cranberry è ricco in acidi organici (incluso l’acido salicilico), fruttosio e antiossidanti quali la vitamina C, i flavonoidi, le catechine, i triterpenoidi e le antocianine (prodotte dalla pianta per difendersi dall’attacco di microrganismi).


l mirtillo rosso americano è un arbusto che produce un frutto dalle qualità curative già apprezzate dalle popolazioni pellerossa, che ne impastavano i frutti con la carne essiccata per preparare il “pemmican”, un ricostituente prezioso per affrontare l’inverno. Gli svedesi ne utilizzano il succo per accompagnare i dolci. Nella nostra epoca moderna, è da tempo utilizzato per l’azione che svolge nei confronti delle infiammazioni dei tessuti molli e delle infezioni urinarie ricorrenti, come le cistiti, che possono essere causate in gran parte da infezioni batteriche da Escherichia coli ed estendersi a volte fino all’uretra, causando bruciori e dolore al pube veramente intensi. Il cranberry contiene diverse sostanze preziose e benefiche che prevengono le recidive: le proantocianine di tipo A, in particolare, inibiscono l’adesione dei batteri alle superfici epiteliali e alla mucosa, la presenza di flavonoidi, tannini e vitamina C svolgono una funzione antinfiammatoria e promuovono la diuresi. Gli acidi malico e citrico, infine, hanno inoltre un effetto altamente depurativo sulle urine.


Il punto di forza dell'estratto di mirtillo rosso è che contrasta la colonizzazione delle vie urinarie da parte dei batteri. Le antocianine, infatti, interferiscono con l’adesione dell’E. coli alle pareti delle cellule che rivestono le vie urinarie, impedendone efficacemente la risalita verso la vescica, e contrastando il potere adesivo delle fimbrie di tipo P, il batterio, non sarà più in grado di attecchire, e sarà espulso attraverso le urine. Il cranberry è ricco di Proantocianidine, molecole in grado di legarsi alle adesine di E. Coli esercitando su di esse un’azione antiadesiva.


Sempre più diffuso protagonista delle terapie a base di integratori alimentari delle cistiti è il d-mannosio, e la sinergia d'azione con il mirtillo rosso, come lo si trova in Macuril®, ne fa uno dei rimedi naturali di scelta come attività preventiva, coadiuvante alle fasi acute e di mantenimento. Il d-mannosio è uno zucchero destrogiro che non viene metabolizzato, non interferisce con i livelli di glucosio nel sangue e inoltre non altera la microflora intestinale. Il meccanismo d’azione alla base della sua attività anti-infettiva è rappresentato dall’inibizione competitiva dell’adesione batterica, in particolare dell’E. coli, alle cellule uroteliali.


Forte di letteratura clinica che ne comprova l'efficacia, è estremamente utile nella terapia delle cistiti causate da E. coli, per un meccanismo di interferenza con il suo attecchimento alle pareti delle vie urinarie, ovvero grazie all’elevata affinità che il D-mannosio presenta anch’esso per le adesine localizzate sulla punta delle fimbrie enteriche di tipo 1. E poiché il D-mannosio ha una struttura molto simile al sito di legame dei recettori glicoproteici cellulari, esso agisce come inibitore competitivo dell’adesione batterica. L’elevata affinità del D-mannosio per le adesine di E. coli in vivo è stata di- mostrata anche nei confronti di molti altri batteri dotati di fimbrie come Pseudomonas aeruginosa in vitro. Di conseguenza, l’utilizzo del D-mannosio rappresenta una efficace arma per la classe medica in campo uroginecolocico per agire sia di profilassi sia di cura coadiuvante delle infezioni alle vie urinarie, in quanto contrasta l’impianto di E. coli sui recettori delle cellule vescicali e dell’epitelio vaginale, facilitando poi il distacco e la conseguente eliminazione di E. coli con il flusso urinario. Non presenta alcun effetto collaterale, l’utilizzo di Macuril® può essere esteso a diverse settimane dall’evento come terapia preventiva alle recidive e contribuisce alla ristrutturazione delle mucose danneggiate, offrendo così maggiore protezione da successivi insulti batterici.

Modalità d'uso: 1 compressa alla sera prima di coricarsi a vescica vuota, che possono diventare 2 nelle fasi acute.


Contenuto netto: 33 g

Modalità di conservazione: conservare ben chiuso in luogo fresco ed asciutto.


Avvertenze: non superare la dose giornaliera consigliata. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata. Una dieta variata ed equilibrata e uno stile di vita sano sono importanti. Tenere fuori dalla portata dei bambini
al di sotto dei tre anni. Conservare in luogo fresco e asciutto. Evitare l'esposizione a fonti di calore e a raggi solari. Non disperdere nell’ambiente dopo l’uso.


Analisi media
  Per dose giornaliera (2 compresse)
D-mannosio 1000 mg
Cranberry e.s.
di cui proantocianide
400 mg
40 mg
   
Ingredienti: D-mannosio, agente di carica: cellulosa microcristallina; cranberry (Vaccinium macrocarpon Aiton) frutto e.s. tit. 10% proantocianidine; agenti di rivestimento: idrossi-propil-metilcellulosa, polietilenglicole; agenti antiagglomeranti: sali di magnesio degli acidi grassi, biossido di silicio.
Leggere attentamente le avvertenze e le modalità d'uso riportate in etichetta.
Non superare le dosi giornaliere consigliate.
Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni.
Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata.
IAF Network ricorda l'importanza di seguire uno stile di vita sano e un'alimentazione variata ed equilibrata.

Recensioni clienti (1)

molto soddisfatto di questo…
di utente 560232 il 27/02/2019
molto soddisfatto di questo prodotto,non ho avuto controindicazioni ma dei buoni benefici.